UNA TRADIZIONE SECOLARE

Il marchio Poderi di Carlo è un omaggio alla viticoltura tradizionale del Friuli-Venezia Giulia, l’estrema regione italiana al confine con Austria e Slovenia. Questa tradizione vinicola risale ai secoli passati quando i nostri antenati coltivavano con passione e competenza appezzamenti storici di terreno. Anche senza moderne tecnologie e macchinari, i nostri predecessori sapevano scegliere le migliori colline, pendii e vigneti adatti a valorizzare e rendere al meglio i diversi vitigni. I loro vini erano già allora conosciuti e apprezzati fuori dai confini locali, tanto da raggiungere le tavole di imperatori e nobili.

Il nome Poderi è anche un modo per sottolineare e riaffermare la tradizione familiare dei contadini di sostenersi coltivando la vite, oltre ad altri prodotti della terra, inizialmente su piccoli appezzamenti di terreno ad uso esclusivamente domestico. In seguito, l’uva divenne una merce di scambio mentre, in tempi recenti, la viticoltura è considerata un vero e proprio business.

IL FUTURO

Nel 2020 inizia la partnership con LEA WINERY, un viticoltore e vinificatore sostenibile, innovativo e orientato alla qualità. I vigneti si estendono su una superficie di cento ettari che sono completamente di proprietà e sono coltivati da personale dell’azienda esperto di viticoltura e vinificazione. La tenuta è certificata SQNPI (Sistema Nazionale di Qualità della Produzione Integrata) cosa che mira a garantire la redditività economica delle pratiche agricole a basso impatto ambientale. Inoltre, l’azienda è in conversione totale al metodo biologico. Queste pratiche permettono di garantire l’intero ciclo produttivo, dal vigneto alla bottiglia.

LEA WINERY rappresenta una svolta per Poderi di Carlo che giocherà un ruolo chiave nel rafforzare e far crescere il marchio.